NAPOLI MAGGIO DEI MONUMENTI 2008

 

palazzo antico con portone semi aperto su androne

Anche quest’anno,tra il clamore e lo sdegno che ancora suscita quella che ormai 

appare come la storia infinita dell’emergenza,prepotentemente vuole farsi largo una delle iniziative più amate e non solo dai napoletani,il Maggio dei monumenti, giunto alla 14a edizione e che avrà per tema”Itinerari di arte e cultura-Napoli tra chiese e castelli.

La kermesse vedrà protagonisti,per quattro week end,Castel Sant’Elmo,Maschio Angioino (Castel Nuovo),Castel dell’Ovo e Castel Capuano ma anche itinerari che si snodano lungo i decumani e le altre strade della città.Nonostante la manifestazione stia purtoppo perdendo nel tempo quella connotazione che la avvicinava soprattutto ai cittadini,cercando ora di attrarre quasi prevalentemente le attenzioni dei turisti,resta comunque l’occasione giusta per godersi quelle bellezze solitamente non accessibili, la cui esistenza ci sfugge o che invece la nostra curiosità corteggia,magari ogni giorno,quando ci passiamo davanti per andare a lavoro.

Napoli “tormentone d’Italia”,svela tesori nascosti che gridano storia e cultura, particolari che sussurrano poesia e mistero,pronti a regalare un brivido di sorpresa a chi  li scopre.Anche una sola ora,magari non lontano da casa,saprà stordirvi con un emozionante salto nel tempo e (se questo può farvi stare meglio,ah ah!)avrete la sensazione di non essere nella vostra città.Esagerato?Provare per credere! 

G.C.

NAPOLI MAGGIO DEI MONUMENTI 2008ultima modifica: 2008-05-02T11:35:00+00:00da dilloallautrice
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “NAPOLI MAGGIO DEI MONUMENTI 2008

  1. che meraviglia che particolarità, che con calma mi avrò a vedre e ricostruire topomasticamente x conosco napoli ma non i nomi di vie e vicoli e magari sono passata tante tantissime volte, non ricordo ma è di non molti anni fà che con maggio dei monumenti mi sono fatta il miglio d’oro ecc ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*