SEI DI NAPOLI ? MANDAMI UNA “VONGOLA”!

Ciao!

Sei di Napoli? Hai amici napoletani? Ti spiego:

Questo blog è inserito nel sito  vongolen@pulitane  dove puoi trovare un po’ di tutto sull’arte, il dialetto e la cultura napoletana vista nel quotidiano. Nel sito troverai, tra l’altro, divertenti strafalcioni sentiti in giro per Napoli (qui vengono definite “vongole”).Vuoi aiutarmi ad incrementare la raccolta? Inviami a commento di questo post gli strafalcioni in dialetto napoletano che anche tu hai sentito in giro e se ti fa piacere, specifica il tuo nome, la città e, brevemente, chi è l’autore della “vongola”(ovviamente non il nome e cognome) e la circostanza in cui è stata “cacciata”. Le migliori “vongole” verranno inserite in una apposita sezione nella pagina le vostre vongole

Ci proviamo?

Grazie a tutti.

 

SEI DI NAPOLI ? MANDAMI UNA “VONGOLA”!ultima modifica: 2009-05-16T20:11:00+00:00da dilloallautrice
Reposta per primo quest’articolo

16 pensieri su “SEI DI NAPOLI ? MANDAMI UNA “VONGOLA”!

  1. io sono na vongola anzi le vongole mi escono di bocca tutti i
    giorni, ma non me ne accorgo …….appena mia madre mi fa fare qualche figura di… te lo scrivo…….cià blella.

  2. Gli occhi sono lo specchio dell’anima,
    e chissà cosa diranno quando si abbandona un
    animale.
    Un mio ultimo post per non dimenticare
    la piaga dell’abbandono.

    Un affettuoso saluto da Giuseppe.

  3. Io sono di Napoli anche se non proprio DOC da 7 generazioni e devo dire che di vongole nuove proprio non ne so, ma aspetto con ansia che qualcuno te le invivi così poi le vengo a leggere… ahahah!!!

    Si la data che metto è quella in cui ho scritto il pensiero che spesso però quando vado a rileggere poi rielaboro correggo aggiungo tolgo insomma manipolo a mio piacimento secondo l’umore del momento.

    Ciao Gianna e buona serata.

  4. Persa in una tempesta…. mamma mia e che ha fatto questa notte, un ventarazzo del trentadue… pensa in giardino ho una sdraio in plastica pesante, era aperta e stamane l’ho trovato chiusa ….ihihih!!!
    Qui continua a diluviare meno male che il vento ci ha fatto uscire dal nuvolone grigio e adesso se non altro siamo senza nebbia…ahahah!!!
    Invece di chiedere a me ‘ndò stai? chiedilo mo alla primavera….. a ‘ndò caspiterina è finita….ahahahah!!!

    Un abbraccio Gianna e buona giornata.

  5. Gianna ma hai visto che freddo che ha fatto oggi…. qua invece di andare incontro alla primavera sembra che stiamo andando incontro all’inverno… che pelotas….. non ne posso più di pioggia freddo e umido voglio il soleeeeee!!!!

    Un saluto e buon fine settimana!

  6. bello il tuo blog,peccato che capisco poco,nel senso che leggere il napoletano è un pò complicato,comunque è una bellissima idea la tua complimenti!!!!
    ciao e buona serata

  7. “Aurè, s’è fatto tarde… io me ne vac’ a casa!
    M’arraccumanno… mo’… sta tutto ‘mman’ a tte!…

    “State a penziero tranquillo, diretto’… ca ce penz’io!…
    Vuie, ce state o nun ce state… è a stessa cosa!

  8. Mio cugino dimentica il cellulare a casa di sua mamma….. il cellulare suona, mia zia lo prende e lo guarda perplessa… lo porta all’orecchio e inizia: pronto? pronto? bho…. nun ce sta nisciuno!…… poi prova a schiacciare qualche tasto e lo riguarda…. sul dispay a destra vede la scritta “esci” … allora prende il telefono e va fuori sul balcone… pronto….?!? io so asciut’ ma nun sento niente ‘o stesso!!!!

    Maria da Milano……ma napoletana dentro da sempre!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*